Salsomaggiore Terme

Salsomaggiore Terme è una di quelle realtà italiane che, complice la piccola dimensione (conta poco più di 20.000 abitanti) e la forte vocazione turistica, potrebbe cogliere delle interessanti opportunità dalle soluzioni smart in materia di accessibilità, sistemi di trasporto sostenibili ed innovativi, produttività, immagine economica e appunto attrattività turistica. Soluzioni che la rendano competitiva nell’offerta turistica, ma anche a livello di qualità della vita offerta ai propri residenti.
C’è anche un altro aspetto da tenere in conto. Sono proprio le piccole dimensioni e il forte legame con il territorio che impongono al Comune la via della collaborazione con altre città per costruire percorsi comuni.  Come quando nel 2009, insieme alle città di Acqui Terme (Italia), Bath (Regno Unito), Ourense (Spagna), Spa (Belgio) e Vichy (Francia), ha dato vita a Bruxelles all’ E.H.T.T.A. Associazione Europea delle città storico termali. Una rete europea che riunisce città termali che possiedono un patrimonio architettonico significativo e le proprietà delle loro acque termali sono riconosciute a livello europeo e mondiale. Per la loro complementarità in materia di villeggiatura e di salute, hanno deciso di progettarsi secondo un piano urbanistico comune.
L’adesione all’Osservatorio Nazionale Smart City avviene con queste premesse e si rafforza anche grazie l’esigenza da parte dell’amministrazione di essere accompagnati nella fase di pianificazione e progettazione di un piano strategico per la Smart City.
Risparmio energetico, efficientamento delle risorse, rapporto interattivo tra l’amministrazione e i cittadini, con libero accesso alle informazioni per questi ultimi: ecco gli obiettivi che hanno spinto il Comune ad intraprendere un percorso verso la città intelligente.

Il percorso di programmazione: a che punto siamo

La programmazione degli interventi è iniziata definendo gli obiettivi di riferimento, individuando i primi stakeholders e definendo la forma di governance preposta alla progettazione del piano d’intervento. Il Comune è ancora in fase di concertazione.

Come di finanzia la Smart City

Salsomaggiore Terme si è candidata ad essere una delle tre città, con valenza turistica, in cui il CNR studierà e sperimenterà un insieme coordinato di soluzioni innovative per rendere le città sostenibili da un punto di vista energetico-ambientale. Con il bando “Energia da Fonti Rinnovabili e ICT per la Sostenibilità Energetica” si sono raccolte adesioni per essere il laboratorio in cui testare un uso diffuso di fonti energetiche rinnovabili e un utilizzo estensivo delle nuove tecnologie ICT per la gestione avanzata dei servizi della città: illuminazione pubblica, gestione automatizzata dei parcheggi, informazioni ai turisti e ai cittadini tramite “realtà aumentata” e servizi di Digital Advertising, controllo del traffico e della mobilità, monitoraggio dell’energia consumata, telecontrollo e telegestione di edifici pubblici tramite internet ad alta velocità e hot spot wifi pubblici.

I progetti

Smart Mobility

Dal 2010 si sono fatti i primi investimenti nel trasporto pubblico urbano, per l’introduzione di mezzi ecologici. Prontobus, servizio con corse “a chiamata”.

Smart Environment

Il Comune di Salsomaggiore Terme ha da poco aderito al Patto dei Sindaci . E’ attivo il sistema di raccolta differenziata porta a porta.

Smart Living

La città di Salsomaggiore è una meta turistica molto nota e da tempo ha realizzato una promozione della propria immagine molto attenta. La presenza sul web si caratterizza per un sito, rivolto a turisti italiani e stranieri, che oltre a dare informazioni sul complesso termale, offre un quadro delle attività culturali della città e degli itinerari enogastronomici consigliati.

Smart People

Nel 2010  è partito il progetto di partecipazione Salso 2.0. Si tratta di un progetto di e-democracy che prende vita da un’iniziativa di Agenda 21, un processo di partecipazione attiva che negli anni passati ha coinvolto oltre 50 associazioni nella stesura di proposte e idee per il futuro della città. I cittadini hanno la possibilità di esprimere il proprio voto su alcuni quesiti posti dall’amministrazione relativi a tutti i settori: ambiente, sociale, cultura, lavori pubblici, sport ecc.

Smart Governance

Nel 2008 Salsomaggiore ha aderito alla convenzione costitutiva della Community Network Emilia Romagna (CN-ER), insieme alla Regione Emilia Romagna e a tutti gli enti locali emiliano romagnoli.
La Community Network (CN-ER), promossa e coordinata dal Servizio Sviluppo dell’Amministrazione Digitale e Sistemi Informativi Geografici (Direzione Generale Centrale Organizzazione, Personale, Sistemi informativi e Telematica) della Regione, rappresenta un modello interistituzionale realizzato all’interno del Piano Telematico dell’Emilia-Romagna, al fine di consentire a tutti gli enti di disporre dei medesimi strumenti, vantaggi ed opportunità offerti dall’ICT  per l’avvio e lo sviluppo dei processi di e-government.
Il Comune ha attivato uno Sportello Unico delle Attività Produttive on line e Punto in Comune, il nuovo sportello del cittadino. Polifunzionale, riunisce in un unico luogo decine di procedure comunali per facilitarne l’accesso ed evitare l’affollamento, è stato fissato un nuovo orario di apertura più flessibile.

13 novembre 2013