Tavagnacco

Tavagnacco è un comune di piccole dimensioni (circa 14.000 abitanti) in provincia di Udine, Friuli Venezia Giulia. Prende parte all’Osservatorio Nazionale Smart City perché alla ricerca di nuovi modelli operativi per la soluzione di problemi che caratterizzano il vivere urbano. La rete dei promotori è inoltre un’occasione di fare rete con altre città, con l’intento di definire percorsi comuni.
Accessibilità, internazionalizzazione, attrattività delle condizioni naturali e turistica sono gli ambiti in cui l’amministrazione dichiara di avere ancora da lavorare per definirsi smart.

Il percorso di programmazione: a che punto siamo

Il Comune ha avviato quasi inconsapevolmente, già da diversi anni, un processo in direzione del modello Smart City. A partire dalla condivisione dei dati comunali relativi all’anagrafe e al catasto, passando per la presenza della banda larga sul territorio comunale, che consente una navigazione internet rapida e senza interruzioni.
Un risparmio economico si è registrato con l’utilizzo delle fonti rinnovabili che ha dimezzato i costi per l’illuminazione pubblica e per il riscaldamento degli edifici scolastici. Non è presente una forma di governance preposta alla pianificazione e gestione del piano di programmazione.
Grazie alla collaborazione tra il Comune e il Dipartimento di matematica e informatica dell’Università degli Studi di Udine, è stato definito un modello integrato di dati, generale ed estendibile, sul quale implementare un sistema WebGIS per la pubblicazione, oltre che la gestione completa, dei dati. Definito su un nucleo iniziale che prevede il viario comunale e il piano regolatore, il modello sarà successivamente esteso con l’integrazione di diversi strati informativi. Saranno inoltre analizzate le dinamiche temporali nell’ottica di proporre un modello spazio-temporale che ne permetta la gestione. A livello applicativo saranno studiate e proposte diverse tipologie di funzionalità quali la visualizzazione, la ricerca e l’analisi.
Il servizio permette di effettuare un’analisi del territorio che ne metta in evidenza le caratteristiche, in questo si inserisce anche il Piano Regolatore Generale.
Tra gli strumenti di ascolto della cittadinanza si rileva l’iniziativa Ma dove vivi? percorso partecipativo che l’Amministrazione comunale di Tavagnacco ha attivato per condividere proposte sulla valorizzazione dei centri antichi. Il percorso si caratterizza come vero e proprio laboratorio urbano: uno spazio di lavoro e apprendimento collettivo nell’ambito del quale i cittadini possono sperimentare strumenti e metodi adatti a favorire il dialogo, lo scambio d’informazioni e la formulazione di idee. Attraverso interviste e passeggiate urbane, incontri pubblici e gruppi di lavoro saranno ascoltate esigenze e aspettative opinioni, definendo criteri e proposte. La cittadinanza è stata inoltre invitata a partecipare al progetto Le vie Abitabili, volto a rendere più razionale e sicura la mobilità ciclopedonale. Costo del progetto 500.000 euro.
Sono stati attivati gli sportelli d’informazione e consulenza Pianeta Lavoro e il Centro Ascolto Donna.
Tavagnacco.smart.comm è un’iniziativa volta alla formazione e alla sensibilizzazione della cittadinanza sulle tematiche smart, che si è articolata in una serie di eventi tra maggio e giugno 2013.
Il Comune di Tavagnacco partecipa al progetto Interreg IV Italia-Austria Bench Pa. Sviluppato da Forser e Anci Fvg con le università di Udine, della Carinzia e di Padova, è volto a migliorare l’azione della pubblica amministrazione locale nel contesto transfrontaliero di Italia e Austria attraverso l’individuazione di strumenti che consentano ai Comuni delle aree coinvolte di poter monitorare, in maniera omogenea e confrontabile, la qualità dei servizi erogati al fine di promuovere interventi migliorativi in un’ottica di contenimento dei costi. Oltre a dati quantitativi il progetto prevede anche una valutazione di tipo qualitativo.

Come si finanzia la Smart City

In partnership con il Comune di Udine, l’Università degli Studi di Udine, SAF Spa, DIGICORP Srl, Vi-GRADE Srl, Tavagnacco ha presentato all’interno del programma europeo LIFE 2012 il progetto SMART AIR. Consiste in una rete di sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria in ambiente domestico. Il prodotto base è costituito da due dispositivi: uno per il monitoraggio degli interni ed uno per quello l’esterno. I dispositivi sono in grado di inviare notifiche agli utenti su smartphone o cellulare quando vengono rilevate situazioni di pericolo (per esempio quando viene misurato un elevato livello di CO₂). Inoltre l’utente è in grado di accedere in tempo reale ai dati registrati dai dispositivi usando un browser o uno smartphone.
L’innovazione del progetto consiste nel centralizzare i dati raccolti dai sensori esterni per monitorare in tempo reale la qualità dell’aria di un’intera città. Il monitoraggio continuo darebbe la possibilità di generare statistiche e trend sull’inquinamento con un’alta risoluzione spaziale che aiuterebbe a gestire più efficientemente le attività urbane.

I progetti

Smart Mobility

Il Comune di Tavagnacco è localizzato alle porte della città di Udine. E’ possibile ragionare di mobilità elettrica solo cominciando ad intervenire sui comuni posti attorno alla città per favorire sistemi di intermodalità (bici+ auto elettrica) e l’uso di auto elettriche per spostamenti ridotti. Al fine di favorire sistemi di mobilità alternativa all’auto tradizionale, è stata realizzata una pensilina fotovoltaica con 4 colonnine di ricarica e l’acquisto di 2 auto elettriche per un investimento pari a 140.000 euro.
In un’ottica intercomunale si è puntato molto sul potenziamento della rete ciclabile per dare risposte a spostamenti entro un raggio di 3-4 km. Il PUM ha inoltre ipotizzato un potenziamento del sistema del Trasporto Pubblico Regionale, ora in fase di definizione da parte della Regione. Il progetto ha richiesto un investimento di 250.000 euro ed è stato realizzato con i Comuni di Udine, Campoformido e Pozzuolo.
Sempre nell’ottica di favorire la mobilità pedonale è stato attivato il servizio Piedibus. Con 7.000 euro di investimento iniziale oggi conta su 8 linee che servono 4 plessi scolastici, 150 i bambini iscritti e circa 30-40 i genitori accompagnatori. Si è favorita non solo l’autonomia dei bambini, la loro conoscenza del territorio ed una maggiore attività fisica, ma anche una migliore socialità tra famiglie, che gestiscono il  progetto in totale autonomia. Rivolto sempre ai ragazzi e alla mobilità pedonale, il progetto Percorsi casa-scuola.  Il progetto si è classificato al 1° posto tra quelli finanziati dalla Regione. La sua peculiarità è stata non solo quella di privilegiare lo studente-pedone rispetto al genitore-automobilista, ma ha anche quella di pensare ad un uso diverso della strada nelle diverse ore del giorno.

Smart Environment

Il Piano Regolatore Generale Tavagnacco 2020 ha vinto nel 2010 il Premio Nazionale “Energie sostenibili nelle città” indetto dal Ministero dell’Ambiente. Grande attenzione al tema dell’energia e massimo coinvolgimento di cittadini e portatori di interesse per conoscere prima e condividere poi le scelte strategiche dell’Amministrazione.
Il Regolamento Edilizio ha affrontato in maniera complessiva il tema dell’energia attraverso norme atte ad obbligare, incentivare e consigliare interventi di risparmio energetico. A questo si affianca il regolamento CasaClima.
Il comune punta ad accrescere la raccolta differenziata che ad oggi richiede un investimento di 1.400.000 euro annuo.

Smart Economy

A seguito di gara ad evidenza europea, è stata affidata la concessione per la gestione della rete di TLC in fibra ottica di proprietà comunale. Essa si sviluppa su tre anelli dorsali che coprono tutte le frazioni con l’obiettivo di erogare sul territorio servizi di connettività a banda larga di terza generazione (>50 Mbps), soddisfacendo così un interesse pubblico a valenza generale che intende portare benefici a favore delle imprese, della Pubblica Amministrazione e della collettività in genere. La rete completata con oneri a carico del concessionario (della lunghezza complessiva di circa 20 km) prevede la disponibilità immediata per il Comune di n. 24 fibre ottiche le quali possono essere immediatamente sfruttate per varie esigenze istituzionali. Oggi tutte le sedi della Pubblica Amministrazione (scuole, biblioteca, poliambulatorio, informa giovani ecc.) sono collegate alla rete in fibra ottica. Investimento: circa 550.000,00 € a carico della Società concessionaria della gestione quindicinale della rete.
Sul territorio comunale insistono circa 1.600 imprese, molte di queste legate ai settori dell’informatica, dell’ICT, delle produzioni immateriali. Garantire loro una connettività veloce è stato uno dei primi passi che hanno portato alla nascita del DiTeDi – Distretto delle tecnologie Digitali. Si è realizzato così un network tra i diversi attori del territorio (imprese, enti territoriali, centri di ricerca, …) che operano in ambito ICT, che possa essere d volano per:
•    nuova imprenditorialità nel settore;
•    sviluppo di progetti di ricerca e innovazione;
•    promozione della creazione di centri di eccellenza nel settore;
•    sviluppo di reti internazionali e attrazione dei principali player del settore.
Alla fine dell’anno 2012, la Giunta comunale ha approvato il Piano della videosorveglianza del territorio comunale il quale prevede, grazie alla disponibilità della rete in fibra ottica, la copertura di molteplici punti sensibili. Tale progetto sarà realizzato progressivamente tenendo conto delle risorse economiche di volta in volta a disposizione nonché della facilità di collegamento alla linea elettrica ed a quella dati. A tal fine, compatibilmente anche ai vincoli imposti dal patto di stabilità, si procederà per lotti funzionali.
In base alla L.R. n. 22/2010 di sostegno dei progetti promossi dai Comuni volti a garantire sul proprio territorio un servizio di accesso locale a internet gratuito e senza fili, nelle aree ed edifici pubblici, l’Amministrazione ha ottenuto un finanziamento regionale per la copertura di sei aree le quali sono state individuate in prossimità di fermate di autobus e corriere e/o di piazze e sedi di istituti scolastici situati sul territorio comunale.

Smart Living

L’istallazione di Totem Informatici farà in modo che le fermate del trasporto pubblico possano diventare un luogo di scambio di informazioni tra Amministrazione e cittadino. Il totem, interattivo, garantirà la possibilità di accedere a tutte le informazioni riguardanti trasporto pubblico, cultura, mobilità, sport, tempo libero oltre che a comunicare direttamente con l’Amministrazione pubblica.
Attraverso un sito internet, si intende accrescere l’attrattività dell’Ippovia [email protected], percorso ludico e turistico nato alcuni fa su iniziativa del Comune di Tavagnacco e sviluppatosi in collaborazioni con gli altri Comuni della Valle del Cormor e grazie a finanziamenti europei.

Smart People

L’amministrazione ha indetto due concorsi volti alla sensibilizzazione ambientale di cittadini e imprese. Parliamo di Smart People e Smart Companies.
In cantiere la creazione di un network Civico Comunale, una rete fisica e virtuale che favorisca lo scambio di buone pratiche tra cittadini.

Smart Governance

Di seguito i servizi attivati dall’amministrazione:
•    Tavagnacco [email protected]: informare i cittadini sulle attività dell’Amministrazione o sugli eventi in programma sul territorio attraverso un newsletter e SMS.
•    Tavagnacco [email protected]: dare la possibilità ai fornitori del Comune di gestire, attraverso il sito comunale, i propri dati anagrafici e la propria situazione contabile.
•    Tavagnacco [email protected]: dare l’opportunità a cittadini, professionisti ed imprese di poter accedere a tutte le pratiche edilizie online, per poterne controllare iter ed esiti.
•    Prenotazione online per la raccolta a domicilio rifiuto verde, ingombranti: permette ai cittadini di prenotare il servizio (gratuito) di ritiro domiciliare del rifiuto verde, delle ramaglie e dei materiali ingombranti. La soluzione proposta sfrutta il sistema webGIS, già in uso, che combina più software e tecnologie Open Source. Grazie all’analisi accurata dei dati ed alla loro integrazione con quelli precedentemente gestiti, quali in particolare il viario comunale, è stato possibile georiferire sul territorio comunale le chiamate per descrivere una mappa delle raccolte
•    Prenotazione online per la raccolta cartoni delle utenze non domestiche:    alle utenze non domestiche (attività commerciali, artigianali di servizio..) situate sul territorio comunale viene garantita la possibilità di prenotarsi online per il ritiro a domicilio di cartoni.
•    Contatta l’Amministrazione: consente, attraverso un servizio on-line, di inviare una segnalazione all’Ufficio comunale competente per materia il quale, ricevuto il messaggio, provvederà a fornire una risposta nella forma prescelta dall’utente esterno.

13 novembre 2013