|
Collaboriamo alla stesura delle Linee guida per la smart city

III. Gli scenari socio-tecnici

1 Leave a comment on block 1 3

Al centro della sfida vi è la costruzione di un nuovo genere di bene comune,
una grande infrastruttura tecnologica e immateriale che faccia dialogare
persone e oggetti, integrando informazioni e generando intelligenza,
producendo inclusione e migliorando il nostro vivere quotidiano” così scrive il Ministro Francesco Profumo riferendosi alle Smart City.
Lo spazio urbano, con le sue strade, piazze, parchi è da sempre la precondizione per l’interazione sociale. Nella città come piattaforma la tecnologia diventa un elemento facilitatore dell’interazione, diventa software di connessione tra idee, iniziative, competenze ed esperienze diverse o come dice Ben Cerveny, il sistema operativo della società civile. C’è chi denota questa caratteristica come MAAS, Municipality as a Service. Per rafforzare tali caratteristiche è necessario investire ed innovare nelle infrastrutture tecnologiche (reti, connettività, sistemi di storage) cosi come nella formazione e nel sostegno della cittadinanza attiva.

Tra queste, le infrastrutture di rete rappresentano la struttura portante per la condivisione
di informazioni e di intelligenza.

La città diventa quindi una piattaforma socio tecnica

2 Leave a comment on block 2 0

Indice capitolo

3.1 – L’organizzazione interna e le competenze del Comune come fattore abilitante

3.1.1 – Quali competenze per l’amministrazione comunale?

3.1.2 – Esperienze formative inidirizzate a Smart Management

3.1.3 – Il cambiamento organizzativo necessario

3.2 – L’infrastruttura sociale

3.2.1 – L’alfabetizzazione informatica e il digital divide

3.2.2 – Esperienze formative e iniziative di sensibilizzazione inidirizzate a Smart citizenship

3.3 –  L’infrastruttura tecnologica (reti, connettività, sistemi di storage)

Page 5

Source: https://osservatoriosmartcity.it/areariservata/iii-gli-scenari-socio-tecnici/