|
Collaboriamo alla stesura delle Linee guida per la smart city

VIII. La Misurazione dei risultati e il monitoraggio

1 Leave a comment on block 1 2

Alla base del disegno concettuale e normativo che spinge e accompagna le città nello sviluppo di visioni integrate Smart dei propri contesti urbani molto peso viene dato al monitoraggio e alla definizione delle metriche. La centralità del monitoraggio è funzionale tanto a verificare l’efficacia e l’efficienza delle singole progettualità, quanto a valutare l’impatto che gli interventi Smart, nel loro insieme, creano sullo sviluppo complessivo del vivere sostenibile nelle città sul medio e sul lungo periodo.

La misurazione dei risultati delle singole progettualità e degli interventi complessivi sfidano le città ad individuare le misure del proprio sviluppo inserendo indicatori e descrittori quanti-qualitativi sin dalla primissima fase di progettazione: obiettivi e risultati chiari e collegati ad indicatori misurabili. In tal senso l’osservatorio lavorerà alla creazione congiunta e condivisa di una metodologia di monitoraggio e valutazione che aiuti le città a:

  • individuare le metriche sui singoli progetti;

  • monitorarne l’impatto, l’efficienza e il “rendimento”;

  • utilizzare i dati del monitoraggio per programmare e riprogrammare gli interventi;

  • confrontare i risultati delle proprie sperimentazioni in un’ottica di benchmarking con le altre realtà urbane.

Nel far questo l’Osservatorio opererà in stretto collegamento con l’Agenzia per l’Italia digitale, il Comitato tecnico delle comunità intelligenti e l’ISTAT che, come stabilito dall’art. 20 del Decreto Crescita 2.0, stanno definendo, insieme ad ANCI, un sistema di misurazione basato su indicatori statistici relativi allo stato e all’andamento delle condizioni economiche, sociali, culturali e ambientali delle comunità intelligenti e della qualità di vita dei cittadini.

2 Leave a comment on block 2 0

Indice capitolo

8.1 – Il possibile ruolo dell’Osservatorio nella definizione del sistema di misurazione previsto dall’art 20 del decreto crescita 2.0

8.2 – individuare le metriche sui singoli progetti

8.3 – monitorarne l’impatto, l’efficienza e il “rendimento”

8.4 – utilizzare i dati del monitoraggio per programmare e riprogrammare gli interventi

8.5 – confrontare i risultati delle proprie sperimentazioni in un’ottica di benchmarking con le altre realtà urbane

Page 10

Source: https://osservatoriosmartcity.it/areariservata/viii-la-misurazione-dei-risultati-e-il-monitoraggio/